Aiutami ad Aiutarti

Questo e’ un appello.

La mia non e’ cattiveria, ne’ poca considerazione dei tentativi altrui.

Ci sono momenti della vita (o meglio magari solo di certe vite) in cui si perdono totalmente le coordinate. Puo’ essere un cambio improvviso di rotta o la stessa impossibilita’ di cambiarla.

E ci si trova li’. Io le vedo un po’ come un cane nero, brutto, cattivo. Che conosco fino da quando sono piccola e che probabilmente mi accompagnera’ per sempre. A volte sparisce per un po’, a volte passa e mi da solo un’annusata, a volte arriva ringhiando e portando con se i dubbi piu’ spaventosi.

lunaEd il respiro ti si taglia a meta’ e non riesci piu’ a dargli un ritmo.

Ci sono momenti in cui anche lo sforzo piu’ piccolo sembra un’impresa fuori dalla propria portata.

In quei momenti li’, se incontrate persone cosi’ non chiedete mai cosa potete fare per aiutarle, perche’ se avessero una risposta non si troverebbero in compagnia di quel brutto cane nero ed avrebbero gia’ trovato la soluzione.

Perche’ nella maggior parte dei casi chi conosce questo cane ha avuto cosi’ tanto coraggio da riuscire a farci amicizia ed ha una forza dentro che chi non ha mai esplorato le profondita’ di se stesso non puo’ avere.

Ecco in quei casi li’ esistono le braccia, esistono le mani, esiste asciugarsi le lacrime, esiste il caldo di un corpo vicino.

Usate questo. E non chiedete nulla.

Perche’ il non saper darvi una risposta rende questo cane randagio ancora piu’ cattivo e crudele.